Home | Chi siamo
 AREE
Attualità
 Editoriale
 Professionale
 Rassegna Stampa
Codice della strada
 Circolari
 Dottrina
 Giurisprudenza
 Norme collegate
 Testo & regolamento
Formazione Professionale
 Le recensioni di G. Fontana
 Recensioni
 Articoli & Documenti
 Domande & Risposte
Edilizia
Annona, Commercio
Pubblici esercizi
Penale & Polizia giudiziaria
Illeciti Amministrativi & Sanzioni
Eventi
In Italia
 Abruzzo
 Basilicata
 Calabria
 Campania
 Emilia Romagna
 Friuli Venezia Giulia
 Lazio
 Liguria
 Lombardia
 Marche
 Molise
 Piemonte
 Puglia
 Sardegna
 Sicilia
 Toscana
 Trentino Alto Adige
 Umbria
 Valle d'Aosta
 Veneto
Il libro della settimana

Condividi su

 Newsletter
Vuoi essere aggiornato sulle novità del sito?
Iscriviti alla newsletter!
Edilizia Dettaglio Allegati
Documenti: 12
1.  SEMPLIFICAZIONE IN EDILIZIA CON IL DECRETO LEGISLATIVO 25 novembre 2016, n. 222.
DECRETO LEGISLATIVO 25 novembre 2016, n. 222. Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell’articolo 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124. ins.to 28.11.2016 G. aiello
2.  L’ESPERTO RISPONDE: DISSEQUESTRO DI UN MANUFATTO
E’ GIUNTO IN REDAZIONE UN QUESITO POSTO DA UN COLLEGA SULL’ ESATTA PROCEDURA DA SEGUIRE IN CASO DI DISSEQUESTRO DI MANUFATTO CON SENTENZA DI CONDANNA OPPURE CON ASSOLUZIONE O PRESCRIZIONE DEI TERMINI. IL COMANDANTE M. PEZZULLO FORNISCE LE RISPOSTE.
3.  Polizia edilizia: avvio del procedimento a frontisti o vicini.
IL COMUNE NON È TENUTO A COMUNICARE IL RILASCIO DI CONCESSIONE EDILIZIA A FRONTISTI E VICINI COME ENUNCIATO DAL Consiglio di Stato nella sentenza 18 novembre 2013 n. 5454 Ins.to il 5 genn 2014 da arial
4.  POLIZIA EDILIZIA: " ….in sede di adozione del PUC l'amministrazione è libera di effettuare le scelte che crede, non così in occasione di una variante….”(Consiglio di Stato 4925/2013)
Secondo il Consiglio di Stato, Sezione IV, anche in riferimento alla sentenza 10 maggio 2012 n. 2710, “il potere di pianificazione deve essere rettamente inteso in relazione ad un concetto di urbanistica che non è limitato solo alla disciplina coordinata della edificazione dei suoli (e, al massimo, ai tipi di edilizia, distinti per finalità, in tal modo definiti), ma che, per mezzo della disciplina dell'utilizzo delle aree, realizzi anche finalità economico - sociali della comunità locale (non in contrasto ma anzi in armonico rapporto con analoghi interessi di altre comunità territoriali, regionali e dello Stato), nel quadro di rispetto e positiva attuazione di valori costituzionalmente tutelati.” Fonte: Cons. Stato Sez. IV, Sent., 08-10-2013, n. 4925 Ins. to il 25 nov 2013 da arial
5.  DECRETO DEL FARE, ATTIVITÀ EDILIZIA
Le nuove misure di semplificazione hanno l’obiettivo di contribuire ad agevolare la ripresa di un settore fortemente colpito dalla crisi. Fonte: funzione pubblica.gov.it. Ins.to il 7 ottobre da arial
6.  EDILIZIA E SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ NOTA ance
Il decreto legge 78/2010, convertito nella legge 122/2010 (cd. Manovra d’estate), ha innovato profondamente la disciplina della dichiarazione di inizio attività, contenuta nell’articolo 19 della legge 241/1990, sostituendo l’istituto della DIA con la figura della Segnalazione Certificata di Inizio Attività o SCIA. pubblichiamo una nota dell’associazione nazionale costruttori edili. Ins.to 6.03.2011 g.aiello
7.  La costruzione abusiva anche e' stata effettivamentte acquisita al patrimonio del Comune, deve essere demolita.
Corte Cassazione Penale, sezione terza - Sentenza n. 32952/2010 Corte di Cassazione Penale, sezione terza - Sentenza n. 32952 del 08/09/2010 Reati edilizi - Demolizione del manufatto abusivo - Anche quando la costruzione abusiva e' stata effettivamentte acquisita al patrimonio del Comune, deve essere demolita (senza che si ravvisi alcun contrasto con l’ordine demolitorio impartito dal giudice penale) con ordinanza del dirigente o responsabile dell’ufficio tecnico comunale, a spese del responsabile dell’abuso, ed i materiali risultanti dall’attività demolitoria (es. porte, impianti igienici, infissi, serrande etc.) spetteranno al Comune. Il responsabile non potrà ottemperare all’ingiunzione soltanto se il Consiglio comunale abbia già ravvisato l’esistenza di prevalenti interessi pubblici al mantenimento delle opere abusive. ins.to 29.11.2010 dott. giuseppe aiello
8.  SCIA e attività edilizia – Ancora perplessità sugli ambiti di applicazione – ANCI Toscana contesta la nota ministeriale
La nuova “Scia” è applicabile in materia di edilizia? I motivi del no secondo l' ANCI TOSCANA Vi sono sostanziali motivi per ritenere che la normativa introdotta in sede di conversione del D.L. 31 maggio 2010 n.78, avvenuta con legge n.122/2010, non sia applicabile alla materia edilizia. Nonostante la diversa paventata posizione ministeriale. ins-to 8.10.2010 g. aiello
9.  PROFESSIONALE: EDILIZIA La SCIA sostituisce la DIA anche per l’attività edilizia – Nota del Ministero per la Semplificazione Normativa
La Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), introdotta con l’art. 49, comma 4-bis della legge n. 122/2010, che consente di avviare un'attività produttiva senza aspettare il via libera dell'amministrazione, si applica anche all’edilizia. In particolare, si applica a tutti gli interventi di costruzione prima soggetti a DIA (con inizio attività dopo 30 giorni), e cioè manutenzione straordinaria su parti strutturali, restauro, ristrutturazione edilizia 'leggera', e non invece a quelli più rilevanti (ristrutturazioni pesanti, ampliamenti e nuove costruzioni) soggetti ancora a permesso di costruire e Super-DIA.Nella nota viene anche chiarito che la disciplina della Scia si applica alla materia edilizia mantenendo l'identico campo applicativo di quella della DIA, senza quindi interferire con l'ambito applicativo degli altri titoli abilitativi (es. permesso di costruire). Sono questi i primi chiarimenti che sono arrivati con una nota a firma del Capo dell’Ufficio legislativo del Ministero per la Semplificazione Normativa, datata 16 settembre 2010. La nota è frutto di un lavoro di coordinamento con i Ministeri della Pubblica Amministrazione e l’Innovazione e delle Infrastrutture e dei Trasporti. ins.to 25.09.2010 dott. g. aiello
10.  Riflessioni:Testo Unico sull’Edilizia - Disciplina dei controlli
RIFLESSIONI Testo Unico sull’Edilizia Disciplina dei controlli I Parte A cura di Giuseppe Aiello C.te polizia municipale di Caposele
Pagine: 1 2
Link utili  
 Altri link
 Organi Istituzionali
 Enti pubblici
 Leggi e normative
I nostri Sponsor  
spazio libero
MARCOPOLO [ email ] [ Pubblicità ]